HomePugliaQuesti «Fenomeni» d'imprese che chiedono solo più spazio

Questi «Fenomeni» d’imprese che chiedono solo più spazio

A Bari la ripresa 2024 del "tour" di Economy nelle regioni italiane alla ricerca (e per la valorizzazione) dei "fenomeni imprenditoriali" che si distinguono per creatività, impegno e impatto sul territorio.

di Angelo Curiosi

Sono fenomeni, sì, sono davvero fenomeni gli imprenditori che creano valore in Italia, per le proprie imprese e per la comunità, superando tutti gli ostacoli che il sistema pone sul loro cammino”: Sergio Fontana, presidente di Confindustria Bari Bat, sposa in pieno la “filosofia” di “I Fenomeni di Economy”, il tour editoriale e culturale che il nostro mensile sta svolgendo in giro per l’Italia partendo dal Sud e che dopo Palermo (settembre) e Cosenza (novembre) ha fatto tappa nel capoluogo pugliese (e il 29 febbraio sarà a Benevento).

“Abbiamo un mondo di imprenditori straordinari, amici dell’ambiente e delle loro persone – ha proseguito Fontana, che ha ospitato l’evento – e che rappresentano un modo nuovo di fare impresa, per tutti gli stakeholder, senza se e senza ma. Queste imprese non hanno bisogno di aiuti a pioggia e di assistenzialismo, ma di essere poste nelle condizioni di fare al meglio il loro lavoro e creare benessere. Fenomeni sì – ha concluso – perché questi imprenditori vanno avanti nonostante tutto, e il sistema deve puntare su di loro, perché se fare impresa in Italia è complicato, qui al Sud lo è ancora di più, e peggio sarà se passerà l’autonomia differenziata”.

Confortante, in questo contesto, la testimonianza prestigiosa resa a “Fenomeni” dall’assessore regionale allo sviluppo economico e alla competitività Alessandro Delli Noci, secondo il quale “ci sono settori che possono e devono essere sostenuti affinché si rafforzino, ma tanti fattori di competitività stanno già crescendo: se pensiamo alle start-up, che nel 2005 erano 5 di numero in tutta la Regione ed oggi sono oltre 700, anche grazie al rapporto forte che si è creato tra il mondo imprenditoriale e quello della ricerca. Del resto, la nostra azione di supporto sarà molto potenziata dagli strumenti digitali e dall’intelligenza artificiale che è già in fase di implementazione”.

“CREDIAMO FORTEMENTE
E DA SEMPRE NEL FUTURO
ECONOMICO DELLA PUGLIA”, HA DETTO
ROSSELLA ZURLO, DELLA SACE

Una regione ben digitalizzata, la Puglia, come si è poi evinto dalle undici storie d’impresa che sono state presentate (e dunque premiate) a “Fenomeni”.
“Crediamo fortemente e da sempre nel futuro economico della Puglia”, ha detto Rossella Zurlo, senior relationship manager Sales Pmi Sud della Sace, azienda di Stato che è partner di Fenomeni: “Il nostro primo ufficio qui a Bari – ha ricordato – è stato aperto nel 2010, da allora siamo sempre cresciuti, il nostro piano industriale 20-25 ha come focus proprio la crescita delle Pmi, e in particolare nel Sud che, da quest’anno, è divenuto un’unica Zona economica speciale (Zes) e come tale permette alle sue aziende di essere finanziate al 70% da Sace attraverso lo strumento di Garanzia Futuro”.

Un futuro da garantire, però, non solo dal punto di vista creditizio ma anche da quello della sostenibilità: il mestiere di Diligentia, un’Associazione no-profit che ha lo scopo di promuovere la cultura della conformità verso la sostenibilità con linee guida e standard internazionali ed ha scelto di essere partner di Fenomeni: “Tutti si vestono di sostenibilità – ha osservato Enzo Tucci, membro del consiglio direttivo di Diligentia – ma non tutti ne mettono in pratica i valori.

HA LO SCOPO DI PROMUOVERE LA
CULTURA DELLA CONFORMITÀ VERSO
LA SOSTENIBILITÀ CON LINEE GUIDA
E STANDARD INTERNAZIONALI

È quello che noi invece aiutiamo a fare, anche promuovendo una formazione specifica, a Bari in collaborazione con l’Ordine dei commercialisti, attraverso un percorso di formazione funzionale al conseguimento di una gestione d’impresa realmente sostenibile”.

ARTICOLI CORRELATI

IN PRIMO PIANO

I «Fenomeni» di Economy in campo per l’ecosistema

L’impresa deve avere come suo cen­tro l’ecosistema, ossia l’uomo – dice Oreste Vigorito, presidente di Confindustria Be­nevento, che ha ospi­tato la tappa campa­na dei...